Documento del mese

in detta terra di Pallanza per esser ella terra più sublime et da meliori homini et nobili habitata in mezzo delle altre terre

1 Il Lago Maggiore con toponimi, inchiostro su carta, s.a., s.d. (1580 circa)
Il disegno fa parte di una corposa documentazione, datata fra il 1574 e il 1582, relativa alle “Controversie tra Pallanza, Intra e terre circonvicine avanti il Senato di Milano e la corte di Spagna per il Maggior Magistrato, sua residenza e giurisdizione”. L’anonimo disegnatore ha descritto, con una certa precisione cartografica, le sponde del lago, i toponimi e le sue pertinenze: in alto fino a Canobio e Germignago; in basso il tratto del Ticino dopo Castelletto e Sexto con l’imbocco del navilio verso Milano e quello verso Pavia. Sono indicate anche Novara, Varallo di Sesia, Domo Dossola, Varese, Galerati che definiscono il territorio rappresentato.
ASVB, Comune di Pallanza, B. 14, fasc. 22

2.3 “Memoriale della Comunità di Pallanza”, (1580 circa)
Il documento tratta della vertenza della Comunità di Pallanza davanti al Regio Senato di Milano per l’assegnazione della sede del magior magistrato osteggiata dai feudatari locali, per primi i Signori Conti Borrhomei, e non ultima la comunità di Intra con la quale non mancavano screzi e aggressioni.
ASVB, Comune di Pallanza, B. 14, fasc. 22

Progetto: Mauro Livraga

Referenze archivistiche: Ignazio Rosario Galella

Referenze informatiche: Carmelo Ventre